Perché sudiamo

Il sudore serve a raffreddare il corpo. Nella stagione calda, a partire da circa 37 gradi (98,4 gradi Fahrenheit), la dissipazione del calore è possibile solamente attraverso il sistema di termoregolazione del nostro corpo, tramite la sudorazione. Nei bambini fino a circa 4 anni d'età, la termoregolazione corporea è ancora molto instabile. Tuttavia, anche negli anziani, a partire dai 65 anni, peggiora.

Piccole quantità di liquidi evaporano ogni giorno sulla nostra pelle e prevengono il surriscaldamento del corpo. Quando sulla pelle sono visibili perle di sudore, si parla comunemente di sudorazione. I vasi sanguigni si espandono e i pori della pelle si aprono. Tutti conosciamo quelle situazioni emotive in cui la pressione sanguigna aumenta e il battito cardiaco accelera, quando si ha paura o si prova gioia e il palmo della mano, la fronte o le ascelle sono madidi di sudore.

La termoregolazione corporea attraverso il sistema nervoso autonomo
Il sistema vegetativo è detto anche sistema nervoso autonomo, perché funziona a prescindere dalla nostra volontà. Regola il funzionamento interno del corpo e controlla, tra l'altro, l'attività ghiandolare, la circolazione, la frequenza respiratoria, la pressione sanguigna, il battito cardiaco, il metabolismo, la temperatura corporea, l'escrezione, l'attività, il sonno, la crescita, la maturazione e la riproduzione.

Il sistema nervoso autonomo è costituito da due zone nervose principali con funzioni opposte. Mentre il sistema nervoso simpatico è responsabile di attività, risparmio delle energie e sforzo, il sistema nervoso parasimpatico si occupa di riposo, rilassamento e accumulo di energia.

La sudorazione purifica il nostro corpo e mantiene la pelle elastica
Grazie alla sudorazione, attraverso i pori, l'organismo rilascia non solo acqua, ma anche sostanze nocive e scorie metaboliche, come urea, aminoacidi e acido acetico, acido lattico, sali minerali e tossine, penetrati nell'organismo attraverso il cibo, l'aria e l'acqua. Le cellule cheratinizzate si dissolvono. Le uscite delle ghiandole sebacee si aprono, il sebo indurito si ammorbidisce, l'acqua in eccesso presente nel tessuto connettivo viene eliminata e la pelle è pulita in profondità. Quando le ghiandole sudoripare e sebacee non funzionano in maniera adeguata, la pelle diventa secca, tende alla formazione di forfora e quindi perde la sua elasticità. Spesso la pelle viene definita il terzo rene, proprio grazie alla sua enorme capacità di separare sali e scorie.

 

Seleziona la tua regione

Germany
Germany (Deutsch)
World
World (English)
United States
United States (English)
France
France (French)
Spain
Spain (Spanish)
Italy
Italy (Italian)
chiudere